sabato 20 febbraio 2016

2013 BALI con BALI SECRETS DIVING SAFARIS di M.Cramarossa




Non molto tempo fa, grazie al mio blog uwphotographers e al gruppo facebook uwphotographers, ho avuto modo di conoscere Marco Cramarossa e vengo affascinato dalla sua storia, di come un giorno abbia deciso di lasciare la sua citta' per andare in giro per il mondo per fare quello che piu' gli piace, l'istruttore subacqueo. Dopo aver girato tanti resort in tutto il mondo, conosce Riza che diventa sua moglie e decidono di aprire il diving center Bali Secrets Diving Safaris, (che e' anche Mares diving center), a Sanur, Bali. www.balisecretsdive.com



Marco mi parlava spesso della grande biodiversita' che contraddistingue Bali, essendo l'incontro tra l'oceano pacifico e l'oceano indiano e dei tantissimi posti da vedere sopra e sotto l'acqua, decido cosi' di organizzare la mia partenza per scoprire questo straordinario posto esotico. Dopo un lungo viaggio, eccomi finalmente a Bali. 
All'aeroporto di Denpasar trovo subito ad aspettarmi Marco e Riza, i quali sono stati da subito molto affettuosi e ospitali, instaurando da subito una bella amicizia. 



Mi accompagnano in uno dei tanti resort dove si appoggiano, la mattina seguente faccio con loro un giro per Sanur, per farmi vedere l'incantevole paesaggio e conoscere le tradizioni del posto, dove mi spiegano il programma che faremo durante la mia permanenza.                           
Il loro concetto di Safari non si limita infatti solo alle immersioni, ma prevede un tour di tutta l'isola per fare ammirare le grandi bellezze naturali e i tanti tesori architettonici che questa isola offre, nel frattempo degustiamo insieme alcuni dei piatti tipici balinesi.



Il secondo giorno, ecco che si parte per Tulamben, durante il tragitto ci fermiamo a scattare qualche foto in un giardino di Lotus, dopodiche', proseguendo abbiamo modo di ammirare le famose risaie balinesi, palme e Jungla in lontananza, ci fermiamo poi vicino ad piccolo tempio abitato da un folto numero di scimmie grigie, il tempo di scattare qualche foto e poi si riparte, dopo qualche altro km ci fermiamo per ammirare il Palazzo D'Acqua di Tirtta
Gangga, un giardino di straordinaria bellezza.....



Ci sono infatti tantissime vasche popolate da enormi carpe, attorno alle vasche fanno bella mostra le tante strutture di pietra raffiguranti divinita' locali. Si riparte nuovamente nel comodo pulmino di Bali Secrets, ci dirigiamo a Tulamben, al Paradise Resort. 





Dopo la sistemazione in confortevoli camere vicinissime alla spiaggia ci prepariamo l'attrezzatura per scendere ad esplorare da subito la vita subacquea di Bali e non posso credere a quello che vedo, sono circondato da subito da una miriade di pesci tropicali di tutti i colori.






 Poco dopo abbiamo modo di fare incontri affascinanti con una blue ribbon eel, barracuda e bei nudibranchi, sul finire dell'immersione riusciamo pure a vedere uno squalo
pinna nera! Nei  seguenti giorni le immersioni continuano a stupire con ornate ghost pipefish, hairy squat lobster, nudibranchi e pesce rana, la varieta' di Bali e' assolutamente incredibile. Il relitto US Liberty e' totalmente colonizzato da coralli molli, qui si possono trovare tante specie, dalle grosse cernie al granchio del corallo molle, mezzo centimetro di dimensioni! L'immersione notturna sul relitto e' veramente eccezionale, con grossi pesci pappagallo con bernoccolo, grandi piu' di un metro!









Durante il soggiorno a Tulamben, incontro nel resort accanto al nostro il grande fotografo Alex Mustard, che si trova qui in qualità di giudice, in occasione dei campionati Indonesiani di fotografia subacquea, insieme ad altri grandi personaggi legati alla fotosub internazionale.



Finiti i fantastici quattro giorni passati a Tulamben, ecco che si riparte presso Amed, il posto è d’avvero incantevole e una tappa qui è obbligatoria… Assembliamo le nostre unità scuba, presso una struttura locale fornita di ristorante e piscina, e carichiamo l'attrezzatura su di un jukung, (tipica imbarcazione balinese).
Una volta entrati in acqua atterriamo in un giardino pieno di garden eels che spuntano di mezzo metro dalla sabbia! 



Il tempo di spostarci ed ecco dei timidi jaw fish che ci danno il benvenuto! Poco dopo eccoci appostati su una gorgonia di un metro di diametro per trovare dei pygmy seahorses, la piu' piccola specie di ippocampo esistente al mondo! 
Fortuna vuole che mentre osserviamo gli ippocampi pigmeo questa volta e' uno squalo balena a passare! Sfortunatamente troppo veloce per essere catturato in fotografia




Sul finire dell'immersione abbiamo il tempo di fotografare un giant frogfish, il corallo e' in piena saluta e l'acqua molto calda! La seconda immersione ci riserva di nuovo un ornate ghost pipefish, un harlequin crab, un paio di templi sott'acqua, uno con vari batfish e tanti piccoli critters! 




Partiamo per Lovina dove forse ci aspetterà l'incontro con la piu' strana tra tutte le creature: il mimic octopus! Per cena mangiamo pesce in stile balinese veramente buono, ma la cosa che piu' mi ha stupito e' che qui si puo' mangiare con un paio di euro...



Prima di cominciare le immersioni, io e Riza, decidiamo di partire prima dell'alba per andare ad ammirare i delfini al largo di Lovina. Dopo averli avvistati, provo più volte a tuffarmi dalla barca con la speranza di immortalare sott'acqua qualche esemplare con la mia cara Isotta (Il nome del mio equipaggiamento fotografico subacqueo...) ma per la troppa velocità delle stenelle e le troppe imbarcazioni presenti, non riesco ad eseguire neanche uno scatto...


Arrivati nel sito, ci immergiamo in una spiaggetta di sabbia nera senza corallo, ma resto stupefatto per l'abbondanza di pesci, cefalopodi e critters molto particolari, e mi rendo conto della grande fortuna di avere al mio fianco due guide esperte come Marco e Riza che sanno dove trovare simili creature da fotografare nei vari punti dell'isola. La presenza di Riza e' poi importantissima per il fatto che puo' comunicare nella lingua locale e quindi riesce ad agevolare al meglio tutto il Safari, senza parlare poi di Marco che mi stupisce per come parla perfettamente l'inglese, il francese, lo spagnolo e l'indonesiano  ....



E' ora di dirigerci a Pemuteran per andare a vedere il Parco Nazionale di Menjangan! Nel tragitto abbiamo modo di osservare Pulaki, un templio che ha come simbolo le scimmie, presenti in grande quantita' sia all'interno che all'esterno dello stesso! 





Scimmie sopra il pulmino del bali secrets dive



Ci sistemiamo in confortevoli camere immerse in un bellissimo giardino (molto economiche nonostante dotate di tutti i comfort e piscina) a Pemutteran per poi farci un giro per le campagne balinesi per sentire i profumi e le usanze del luogo.






Dopo il nostro soggiorno a Pemuteran ci dirigiamo al Parco Nazionale di Menjangan dove ci aspettano delle belle pareti piene di corallo molle e pesci tropicali.







In effetti dai primi minuti di immersione il posto e’ veramente bello, ci sono pesci tropicali di ogni tipo e dimensione, nudibranchi e il corallo e’ in piena salute! L’acqua e’ calda ed e’veramente piacevole immergersi.
La seconda immersione ci riserva delle incredibili electric clams, pesci tropicali di ogni tipo e corallo sempre al meglio! Ho anche modo di immortalare da sott’acqua una foresta di mangrovie veramente particolare. Per chiudere quest’altra bella giornata andiamo a mangiare in un ristorante a Pemuteran dove possiamo degustare piatti di cucina locale Balinese.


Il giorno dopo siamo diretti a Gilimanuk, a cercare soggetti macro da fotografare. Il posto mi ha veramente stupito perche’ offre creature veramente strane da fotografare. In questa immersione troviamo due frogfish, un ornate ghost pipefish, un devil  scorpionfish, nudibranchi, gobidi di tutti i tipi, serpenti di terra che si sono adattati a vivere in mare e fantastici dragonetti, veramente meraviglioso! Per cena decidiamo questa volta di mangiare una pizza, molto buona anche se non ai livelli dei famosi ristoranti italiani che ci sono a Sanur, dove la scelta per il mangiare e’ veramente estrema!


  Il giorno dopo Marco e Riza mi portano in un posto "segreto" per cercare i picturesque dragonets!
Dai primi minuti si capisce che il posto e’ particolare, ci sono dei piccolo coralli rotti ed ad un certo punto ecco il primo dragonetto! Non passano neanche dieci minuti ed eccone altri! Insieme a questi dragonetti si possono trovare altri tipi di gobidi e nudibranchi molto particolari! E’ la ciliegina sulla 


Io e Marco decidiamo poi di andare a visitare il famoso vulcano di Java, Kawa Ijen con il lago sulfureo all’interno! Prima di partire per Java ci fermiamo a visitare il tempio buddista di Gilimanuk con un maestoso Buddha all’interno!





Al di fuori del tempio ci sono due statue molto suggestive che delimitano lo stesso,  ma e’ ora di prendere il traghetto per andare a Java (raggiungibile in 1 ora, due biglietti per Java costano poco meno di 1 euro!).


L’ascesa al vulcano e’ al mattino presto, partenza all’una del mattino con una Jeep che ci accompagna fino alla base dello stesso. La salita dura circa due ore e mezzo, la guida ci diceva che nella foresta vivono ancora esemplari di pantere nere! Lo spettacolo che si presenta ai nostri occhi dopo la salita e’ impressionante, la fuoriuscita di vapori infuocati sulfurei provoca delle luci fosforescenti blu che illuminano le pareti di zolfo del vulcano! E’ ora di cominciare a scattare foto per la gioia degli occhi!








Il giorno dopo torniamo a Sanur e durante il percorso per il rientro, ci fermiamo a visitare il museo Ogoh-Ogoh, dove custodiscono delle statue che fanno sfilare durante il carnevale Balinese.








Una volta a Sanur, decidiamo di dirigerci a Padang Bay per fare delle immersioni a cercare critters particolari! Il posto infatti riserva critters molto interessanti, ci sono nudibranchi molto strani, xeno crab, leaf fish ed il corallo e' molto interessante. 
La seconda immersione ci riserva dei pipefish di ogni tipo ed un giant frogfish!






Per pranzo mangiamo delle appetitose baguette e poi ci dirigiamo a vedere il tempio dei pipistrelli: Goa Lawah. All'interno dello stesso ce' una caverna piena di pipistrelli e l'atmosfera e' molto spirituale! 



Tornati a Sanur decidiamo di fare un'immersione sperimentale per vedere cosa ci riserva il posto piu' vicino a "casa nostra"! Con grande sorpresa scopriamo che anche Sanur e' un posto molto valido per quanto riguarda soggetti da fotografare! Ci sono juvenile sweetlips dappertutto ed anche tipi di pipefish completamente diversi, serpenti di mare e crocodile fish e troviamo pure un double ended pipehorse! Unica pecca è la visibilità...
Decidiamo poi di ritornare ad Amed dove abbiamo l'opportunita' di fotografare di nuovo i pygmy seahorses insieme ad un altro frogfish! 

Il posto e' a soli 15 minuti da Tulamben e decidiamo quindi di fermarci un altro giorno per fare immersioni a Tulamben dove riusciamo a trovare "soggetti" che non eravamo riusciti a fotografare prima, troviamo infatti dei bei tiger shrimps, una hawksbill turtle veramente notevole ed un black tip reef shark, anche l'immersione al crepuscolo riserva gamberetti di ogni genere! 



Passata la notte a Tulamben decidiamo di ritornare a Padang Bay dove questa volta abbiamo la fortuna di trovare uno spettacolare thorny seahorse, nudibranchi vari, mantis shrimp ed un giant frogfish! 

Al termine di questa giornata emozionante decidiamo di dirigerci a Kuta dove ci aspettano grosse shopping mall, un formidabile templio cinese e ristoranti di ogni tipo!




Il giorno dopo siamo diretti questa volta ad Ubud a vedere la meravigliosa Monkey forest e delle incredibile risaie a terrazzo!





Finita questa meravigliosa vista andiamo a vedere il vulcano Batur con il lago all'interno che delimita il confine con il sacro villaggio di Kintamani. 



Arriviamo con dispiacere al giorno prima della mia partenza a provare la fortuna con le Manta Rays!
Andiamo quindi all'isola di Nusa Penida, un'isola con dei faraglioni verticali che ricordano un po' la Nuova Zelanda o Capri! Il Manta Point si trova alla profondita' di soli 6 metri, una volta arrivati a destinazione con dispiacere scopriamo che non ci sono mante, ci dirigiamo quindi piu' profondo dove ad un certo punto...ecco la prima Manta! Mentre stiamo fotografando la manta notiamo due bellissimi polpi in accoppiamento, lo spettacolo e' davvero interessante, poi uno volta finito lo show riproviamo la fortuna al  Manta Point, questa volta ci troviamo una manta, ma con stupore eccone un'altra ed un'altra ancora!







E' la conclusione di un viaggio fantastico in un luogo che è semplicemente completo sotto tutti i punti di vista e ci si chiede, se è proprio necessario fare un sacco di diversi viaggi, quando è sufficiente andare a Bali per trovare tutto...









Nessun commento:

Posta un commento