lunedì 9 maggio 2016

4° TROFEO ISOTTA 2016



Video realizzato da Alessandro Tommasi


Giunto ormai alla quarta edizione, il Trofeo Isotta si sta confermando come uno degli appuntamenti annuali più importanti nel panorama delle competizioni agonistiche di fotografia subacquea. La passione sia della famiglia Isotta, che ha molto creduto e investito in questa bella iniziativa, sia degli assistenti, come Giorgio Cavallaro e Umberto Natoli, hanno contribuito nelle varie edizioni a far crescere la qualità dell’evento, cercando di prevedere e correggere le inevitabili problematiche organizzative che le prime edizioni, da considerare  di rodaggio, avevano messo in luce, e che oggi si possono considerare brillantemente superate.

 Un grande aiuto va riconosciuto quest’anno anche ad Elio Nicosia, che non solo ha partecipato in qualità di concorrente, piazzandosi tra l’altro al terzo posto nella classifica reflex, ma ha anche aiutato notevolmente l’organizzazione per la raccolta e il riordino delle foto di tutti i concorrenti, sia nella prima che nella seconda giornata. 

Altro aiuto è venuto da Arcangelo Pandi, concorrente fisso fin dalla prima edizione, ma che quest’anno, impossibilitato ad immergersi per problemi fisici, ha voluto essere comunque presente ed ha curato il servizio fotografico esterno dell’evento. 

Ottima è risultata la scelta di concentrare i partecipanti all’evento, quindi tutti i concorrenti, gli assistenti e gli organizzatori, in un'unica grande imbarcazione diving dotata degli spazi necessari a consentire una comoda sistemazione delle attrezzature subacquee e fotografiche e un’agile manovra delle stesse. 

I tempi sono stati quindi ottimizzati al massimo, anche nelle pause dedicate a momenti di ristoro per la prima giornata e al pranzo della seconda, tutto organizzato a bordo. Possiamo solo definirla eccezionale l’assistenza di Stefano Donnini del Cala Galera Diving Center sia per la completezza e qualità dei servizi diving offerti sul suo catamarano, sia per la qualità delle due ottime cene consumate nel suo ristorante, dove è stata anche effettuata la premiazione. Dal punto di vista agonistico, in quest’edizione, oltre alla sezione macro e alla sezione ambiente con grandangolo, è stata prevista la sezione creativa.

Le categorie previste sono state due, reflex e compatte. I premi sono stati assegnati ai primi tre classificati per categoria con calcolo sulla valutazione media delle tre categorie: in pratica è stato valutato il portfolio, con metodo matematico. In proposito la famiglia Isotta si ripropone per le prossime edizioni di sentire le opinioni dei partecipanti e di effettuare una riflessione sull’eventuale possibilità di effettuare una variazione migliorativa dei criteri di valutazione previsti. 

Tutto ciò nello spirito del Trofeo Isotta, che deve essere un concorso senza rigide e immodificabili imposizioni di regolamento, dove tutti possono essere ascoltati per renderlo progressivamente nel tempo ancora più affascinante ed equo. La giuria era formata dai votanti Alessandro Tomassi, Franco Chiossi e Francesco Turano, e da Umberto Natoli in qualità di Presidente della giuria, non votante, e coordinatore. 

Le valutazioni sono state assolutamente allineate e i lavori hanno richiesto di conseguenza un tempo abbastanza ridotto. La giuria, per bocca del presidente e coordinatore, ad inizio gara, è stata anche molto ferma a raccomandare l’assoluto rispetto dell’ambiente, senza spostamenti di animali dal proprio naturale substrato, esortando anche tutti i concorrenti a mantenere il proprio comportamento nello spirito altamente sportivo che ha caratterizzato il Trofeo Isotta fin dalla prima edizione.  

Vincitore assoluto della categoria reflex è stato Daniele Maggi, seguito da Davide Lombroso e terzo Elio Nicosia. Tutti validissimi i loro portfolio con foto uniformemente di qualità elevata in tutte le quattro le sezioni, con stacchi di punteggio molto contenuti, tanto che possiamo definire la classifica dei primi tre concorrenti, combattuta sul filo di lana e molto ponderata dalla giuria. Per singolo tema si sono aggiudicati il primo posto: Maurizio Longhitano nella categoria pesce, Primo Cardini nella categoria macro, Daniele Maggi nella creativa, Elio Nicosia nell’ambiente con grandangolo. 

Stefano Cerbai si aggiudica per la seconda volta, dopo l’edizione 2015, il primo premio nella categoria compatte, e in particolare la sua foto della murena con i gamberetti pulitori è stata riconosciuta da tutti come la più bella macro del Trofeo Isotta. Secondo e terzo posto Flavio Matteucci e Stefano Raho. 

Di gran valore i premi che tradizionalmente la famiglia Isotta assegna ai vincitori, costituiti da custodie subacquee reflex per i primi classificati nelle due categorie Reflex e compatte e a seguire: una custodia per flash Nikon, sistemi di bracci, una custodia per Go Pro, oltre alla statuetta ricordo. Come sempre la famiglia Isotta ha mostrato la sua grande generosità offrendo a tutti i partecipanti vari gadget, come magliette e borse e non è mancato mai il buon vino veneto, offerto in barca e durante le cene, per festeggiare questa bellissima festa del mare e della fotografia subacquea.

Umberto Natoli































































VINCITORE 2016 REFLEX
1°CLASSIFICATO: DANIELE MAGGI








2° CLASSIFICATO REFLEX: DAVIDE LOMBROSO






3° CLASSIFICATO REFLEX: ELIO NICOSIA


 








1°CLASSIFICATO COMPATTE: STEFANO CERBAI






2° CLASSIFICATO COMPATTE: FLAVIO MATTEUCCI






3° CLASSIFICATO COMPATTE:ALESSANDRO RAHO









PROGRAMMA 4° TROFEO ISOTTA

Venerdi 01 luglio.
Arrivo dei partecipanti in mattinata e sistemazioni presso le strutture ricettive.
Ore 12,30: raduno dei concorrenti presso la banchina Toscana di Porto Santo Stefano dove è ormeggiato il catamarano Freccia del Giglio del Calagalera Diving Center, che cura l’assistenza diving dell’evento. Breve saluto di benvenuto a bordo del catamarano, che ospiterà l’intero gruppo di partecipanti e assistenti, e briefing tecnico curato dagli organizzatori. 
Chi alloggerà presso gli alberghi potrà beneficiare dei buoni parcheggio comunali che consentono la sosta nell’area del Comune di Porto Santo Stefano al costo agevolato di 1 euro al giorno. I buoni verranno rilasciati dagli albergatori al momento della consegna della camera. Gli affittacamere non godono di questa agevolazione. Per chi è invece interessato ad un parcheggio privato immediatamente vicino all’imbarco, il costo giornaliero  è di Euro 10,00 a vettura. 
Prima immersione di gara della durata di 3 ore lungo la costa dell’Argentario in punto da stabilire al momento, in base alle condizioni meteo. Verranno sviluppati due temi che specificheremo al briefing prima della partenza
Dopo l'immersione sarà offerto a bordo un aperitivo con nutella party.
Rientro e consegna delle foto in serata.
Ore 21.00 cena presso il Ristorante TREQUARTI Piazza del Valle, 12 - Porto S. Stefano (lungo il molo) tel. 0564 810670.
Menu' a base di pesce € 25.00 a pax
Antipasti fantasie di mare
Risotto alla marinara
Frittura di calamari e gamberi
Patatine fritte o insalata mista
Vino della casa e acqua  
Caffè


Sabato 02 luglio 

ore 9.00. Imbarco sul catamarano Freccia del Giglio in banchina Toscana e briefing iniziale.
Seconda immersione di gara della durata di 3 ore in una delle isole di Giannutri e Giglio, in base alle condizioni meteo. Verranno sviluppati gli altri due temi che specificheremo al briefing prima della partenza
Pranzo all'ancora con risotto alla pescatora, vino e bevande in open bar, compreso nel costo dell'immersione.
Rientro ore 15.00 circa.
Consegna definitiva delle foto da parte dei concorrenti entro le ore 17.
Ore 21.00 cena presso il Ristorante TREQUARTI Piazza del Valle, 12 - Porto S. Stefano (lungo il molo) tel. 0564 810670.
Menu' a base di pesce € 25.00 a pax
Antipasti fantasie di mare
Spaghetti vongole e bottarga
Frittura di paranza o pesce al forno (secondo disponibilità)
Patatine fritte o insalata mista
Vino della casa e acqua
Caffè

Dopo cena, Cerimonia di Premiazione con proiezione delle fotografie e saluto ai partecipanti.




ISCRIZIONE

Il costo d’iscrizione è di Euro 55,00 che dovrà essere versato alla Isotecnic di Isotta Elisa  c/o : BCC DEL GARDA codice IBAN IT51F0867659530000000031063

Per chi intende partecipare alle cene, è prevista una prenotazione di € 10,00 a cena da versare unitamente al costo di iscrizione.

Il costo di ogni immersione di gara, comprensiva di bombola (aperitivo e nutella party il venerdì e pranzo a bordo il sabato) è di Euro 35,00, che verranno versati da ciascun concorrente direttamente al diving. Per gli eventuali accompagnatori non subacquei il costo d’imbarco sul catamarano Freccia del Giglio è di Euro 25,00.


Relativamente al soggiorno, i partecipanti dovranno provvedere autonomamente alle prenotazioni.  Al momento,  Vi comunichiamo alcune quotazioni che alcune strutture locali ci hanno riservato in occasione del 4° Trofeo Isotta.



Albergo Alfiero Euro 80.00 a camera con colazione inclusa 

Affittacamere il Fortino Euro 70.00 a camera 
Pensione Week-end Euro  100.00 a camera con colazione inclusa 
Agriturismo Torre Capita Albinia Euro 60.00 a camera




REGOLAMENTO DI GARA FOTOSUB 4° TROFEO ISOTTA

1. Scopo della manifestazione è riunire i fotografi subacquei di ogni livello per mettere a confronto la loro esperienza e la tecnica fotografica, mediante una concomitante gara di fotografia subacquea.


2. Alla gara può partecipare un numero massimo di 44 fotografi subacquei, di età superiore ai  18 anni. Tutti i concorrenti devono essere in possesso di un brevetto d'immersione con ARA e della visita medico sportiva anche non agonistica. Sono inoltre tenuti a rispettare tutte le disposizioni di legge relative all'attività subacquea ricreativa.


3. Vengono distinte due categorie. Appartengono alla categoria REFLEX tutti coloro che utilizzano fotocamere digitali reflex o compatte con obiettivi intercambiabili. Appartengono alla categoria COMPATTE tutti coloro che utilizzano fotocamere digitali compatte senza obiettivi intercambiabili.


4. E’ consentito l’uso di qualsiasi apparecchio fotografico digitale subacqueo, con o senza aggiuntivi ottici e di qualsiasi sorgente luminosa (flash, illuminatore).


5. Ogni immagine presentata dovrà essere in formato JPEG di dimensioni minime 3000x2000 pixel (circa) e peso non superiore a 6 MB (circa). NON è consentito modificare in alcun modo la foto dopo lo scatto (es.: tagli, ritocchi, correzioni, ecc.).


6. La durata della gara è di sei ore suddivise in due sessioni di tre ore, come da programma. L'inizio e la fine saranno dati con segnale acustico e/o visivo. Non è consentito ai concorrenti immergersi prima del segnale d'inizio e riemergere dopo la fine della gara.


7. Prima della gara ogni concorrente dovrà formattare la scheda di memoria e l’apparecchio fotografico alla presenza di un Ufficiale di gara. Il primo fotogramma dovrà riprendere se stesso con il numero di gara. 


8. Tutti i partecipanti sono tenuti a mantenere un comportamento sportivo verso gli altri concorrenti ed Ufficiali di gara. E' vietato alterare l'equilibrio naturale dell'ambiente in cui si opera con asportazione o distruzione di organismi animali e vegetali o disperdere in acqua sostanze inquinanti. Non è consentito superare la profondità di -30 mt. o, se inferiore, quella prevista dal proprio brevetto d'immersione.


9. Ogni concorrente potrà effettuare il numero di scatti consentito dalla propria fotocamera, ma    potrà consegnare non più di 100 immagini successive alla prima foto identificativa. E' possibile la cancellazioni delle immagini, ma solo in acqua e nel tempo di gara. 


10. A fine gara gli Ufficiali di gara raccoglieranno le schede di memoria provvedendo a riversare su idoneo supporto le immagini consegnate da ogni concorrente e quindi a restituire la scheda per la selezione.


11. Ogni concorrente dovrà presentare 4 immagini suddivise nei seguenti temi: un  soggetto PESCE di specie diverse, uno MACRO di organismi di specie diverse ad esclusione dei pesci, una foto fatta con il GRANDANGOLO e una foto CREATIVA.

12. Le foto presentate saranno valutate da una Giuria composta da tre Giurati; ciascuno di essi attribuirà un punteggio da 0 a 10 ad ogni foto ritenuta valida.

13. Criteri di validità: aderenza al tema, corretta esposizione e m.a f.; i soggetti pesce e macro devono apparire liberi nel loro ambiente, non è consentito quindi trattenerli in alcun modo, né spostarli arbitrariamente dal loro sito.


14. La somma dei voti attribuiti a ciascuna foto valida costituisce il punteggio del concorrente, a questo verrà aggiunto un bonus in relazione alla qualità complessiva della sua produzione. Vincerà la gara chi avrà ottenuto il punteggio più alto, ovvero abbia realizzato il miglior portfolio d'immagini.


15. Saranno redatte due classifiche separate una per la categoria REFLEX ed una per la categoria COMPATTE. Ogni categoria sarà ritenuta valida per la classifica separata oltre il limite minimo di cinque classificati (o iscritti?), al di sotto di questo limite verrà effettuata una classifica unica ed assegnato il premio solo al primo classificato della categoria minore. Eventuali premi speciali saranno illustrati durante il briefing. 


16. Ulteriori dettagli e chiarimenti sul presente Regolamento e sul metodo di valutazione della Giuria, verranno esposti durante il briefing. Per quanto non espressamente riportato nel presente Regolamento vale come riferimento il Regolamento Nazionale Gare di Fotografia subacquea della FIPSAS.   
















1 commento: